L’AcchiappaSogni (come costruire un dreamcatcher)


Cos’è l’acchiappasogni..

La leggenda indiana

La leggenda secondo i nativi americani narra di una bambina indiana il cui nome era Nuvola Fresca che un giorno raccontò impaurita a sua madre, Ultimo Sospiro della Sera, i sogni-incubi e le visioni che di notte faceva.
Col fiato sospeso, Ultimo sospiro della sera, tentò di riscaldare i tremori della piccola Nuvola Fresca spiegandole che quelli che vedeva si chiamavano SOGNI… ma la piccola voleva vedere soltanto quelli buoni.

Allora la madre, sicuro che fosse ingiusto chiudere le porte alle paure della figlia, pensò a come riconoscere i sogni, e così inventò una rete tonda per pescare i sogni del Lago della Notte. Al centro della rete intrecciata mise un piccolo sasso come catalizzatore e intorno ad esso una goccia d’argento, un pezzo di turchese (come significato del desiderio) e un dente di animale forte (simbolo di protezione), infine code di animali e piume di uccelli furono legati all’estremo inferiore della rete.
Finito il lavoro, Ultimo sospiro della sera appese l’acchiappasogni sopra il letto della piccola per pescare per lei i sogni.
Se si tratterà di sogni buoni il Dream-Catcher li affiderà al filo di perline (le forze della natura) che li farà avverare, se li giudicherà cattivi li consegnerà alle piume di uccello e li farà portare via disperdendoli nei cieli.
E così fu per Nuvola fresca e per tutti i bambini indiani del villaggio.
Ancora oggi, ogni volta che nasce un bambino, gli indiani costruiscono un Dream-Catcher e lo appendono sopra alla sua culla.
Gli indiani conservano il loro acchiappasogni per tutta la vita… con gli anni il suo potere si accresce e con esso anche la capacità di proteggere il suo possessore e realizzare i suoi sogni.

MITAKUYE OYASIN
Siamo tutti fratelli
(saluto rituale Lakota)

da “Magici sussurri”

“Perchè costruirsi un acchiappasogni da soli? Costruirsi il proprio acchiappasogni ha un significato particolare e profondo.
Quelli che compriamo già fatti, sono certamente molto ben fatti e rifiniti, ma non hanno lo stesso significato di qualcosa costruito da noi, con le nostre mani e la nostra fantasia.
Costruirsi un acchiappasogni, in un certo senso, vuol dire cercare di spazzare via le negatività della vita o, anche, cercare di realizzare un desiderio.
Nel costruirci un acchiappasogni entrano in gioco forze positive, liberiamo la nostra energia e la nostra creatività.
Ogni colore, ogni filo che usiamo, ogni oggetto che decideremo di appendere e ogni formula che pronunceremo nel farlo, hanno un proprio significato, una ragione precisa,
un’energia positiva liberata da noi stessi e dalla nostra volontà. “(cit.)

COME COSTRUIRE UN ACCHIAPPASOGNI
Ho sempre adorato gli acchiappasogni, vuoi perchè ho un debole per gli Indiani d’America,
vuoi perchè lo trovo un oggetto bellissimo a vedersi, vuoi perchè, l’idea di avere un guardiano dei sogni, mi mette addosso un sorriso..
Finalmente mi sono decisa a costruirne uno. E’ un lavoretto semplice a farsi, lo potete costruire anche insieme ai vostri bimbi,e sbizzarrirvi con loro nella scelta delle decorazioni..

Ecco i passaggi base:


procurarsi un ramo di salice (ma anche di nocciolo va bene) e piegarlo ad ottenere un cerchio,
poi fissarlo con lo spago


finire la legatura: fare un “nodo”(lo spago passa all’interno dell’asola che si è creata facendolo girare al di sopra del ramo..)


tendere la corda senza tirarla esageratamente, e ripetere il “nodo”..

così:


continuare con i nodi lungo tutta la circonferenza del ramo, tenendo presente che più saranno
equidistanti,meglio sarà l’estetica finale del lavoro


l’ultimo nodo del primo giro non deve mai andare a congiungersi perfettamente al primo..
lasciare sempre uno spazio così da poter iniziare il secondo giro a metà del primo segmento superiore..

continuare nella ragnatela,sempre infilando lo spago dal davanti e rientrando nell’asola appena creata,
fino ad arrivare al centro del lavoro.. ricordatevi che la ragnatela deve avere un foro centrale,
per cui non andate avanti fino a chiuderlo completamente

arrivati alla fine potete fissare lo spago semplicemente con un nodino, oppure infilarvi una perlina, attaccare direttamente una piuma o una piccola pietra

l’acchiappasogni può essere decorato con elementi naturali,pietre,piccoli  monili, rametti di legno,perline
e con un numero di piume in numero  dispari (solitamente sono 1-3 o 7)

Questo è il mio acchiappasogni.. l’ho rivestito con un nastro di stoffa, e decorato con perline di legno e carta, conchiglie, piume, cannella e rame..

provate a farlo, e se non avete paura degli incubi…   sicuramente sarà regalo gradito per qualche vostro affetto.. 😉
buon lavoro

MITAKUYE OYASIN – Siamo tutti fratelli

manutree ^_^

Annunci

5 commenti

  1. ciao, grazie per le tue dritte, appena mi procuro i materiali realizzerò l’acchiappasogni, potresti solo farci vedere come hai fatto a fare la spirale? grazie mille. Buonagiornata

  2. Forse andrebbe anche ricordata la canzone se non erro di Rascel che diceva:”I sogni son desideri”, perché quando si finisce di sognare di finisce di vivere.

Lascia il tuo Pensiero

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...