Crema mani al limone con cera d’api


20121221-172312

Questa ricettina è adatta per chi vuole autoprodurre una crema fatta in casa con pochi ingredienti facilmente reperibili e senza conservanti, per cui piccole quantità per volta.

Occorrente:

Un pentolino, dei bicchierini che a loro volta andranno dentro il pentolino a bagnomaria.

Spatola di legno e frullino (tipo quello da cappuccino per chi ce l’ha)

Vasetto di una crema già usata, oppure piccolo vasetto di vetro delle conservine, fatti bollire in acqua  per mezz’oretta.

Ingredienti (per circa 75 ml di crema) :

Cera d’api : una piccola noce

Olio vegetale a scelta ( ottimo l’oliva, ma anche cocco, girasole etc etc anche un mix di olii va bene) : 3 cucchiai da minestra

Acqua distillata di rose o altri fiori, oppure semplice acqua demineralizzata : 1 cucchiaio da minestra

Olio essenziale di limone : 15 gocce

Preparazione:

Prendete un bicchierino metteteci dentro la noce di cera d’api e fate fondere per bene a bagnomaria.

In un altro bicchierino mettere un cucchiaio di acqua e porlo nel bagnomaria, quando la cera sarà sciolta.

Aggiungere 3 cucchiai di olio vegetale nel bicchierino con la cera sciolta e mescolare con la spatolina, far fondere tutto per bene e togliere dal fuoco.

Prendere il bicchierino con l’acqua scaldata e aggiungerla al bicchierino con cera ed olio. A questo punto cominciare a mescolare rapidamente in senso circolare fino a che la crema non cominci a solidificare un po’ e i liquidi si amalgamino per bene.

Mescolare fino a raffreddamento infine aggiungere 15 gocce di olio essenziale di limone oppure come nel mio caso, 10 gocce di olio essenziale e 4 o 5 di gocce di essenza di vaniglia (per dolci). Mescolare ancora per incorporare gli olii.

A questo punto la crema è pronta, la cera d’api svolge una minima azione conservante oltre ad essere un emulsionante che permette di unire la poca acqua contenuta nella crema agli olii vegetali.

La crema risulta essere idratante poiché contiene una fase acquosa, protettiva grazie alla cera d’api, emolliente e lenitiva in base agli olii scelti e all’olio essenziale di limone. Ideale per mani secche e screpolate.

Consiglio: se vi procurate della lecitina di soia potrete aggiungerne un mezzo cucchiaino all’acqua e riporla nel bagnomaria a sciogliere, per poi infine mischarla insieme agli olii, la lecitina aumenterebbe la funzione emulsionante.

Se vi procurate del tocoferolo (vitamina E ) potete aggiungerne poche gocce alla crema, serve a conservare gli olii e a farli irrancidire più lentamente.

Ricordate che però il tocoferolo non ha nessun tipo di azione per la fase acquosa, per cui questa crema va tenuta per massimo due mesetti, qualche tempo in più se conservata in frigorifero.

Provatela e resterete soddisfatti! 😉

Sinergicamente Ema

Annunci

7 commenti

  1. Ciao Lucia! vedo che ha risposto già Giulia! Grazie Giulia! 🙂
    Si puoi omettere tranquillamente l’olio essenziale di limone è buono per le mani secche e screpolate e per le unghie, perché le rinforza, ma in ogni caso la crema sarà nutriente, scegli tu… Buona autoproduzione! Ema

    • Ciao Lucia, ti rispondo io 🙂
      Sì la crema va avanti lo stesso, l’olio essenziale serve per aggiungere proprietà alla crema, non metterlo sarebbe comunque un peccato!

Lascia il tuo Pensiero

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...