Elisir di Salvia Officinalis


“Perche muor l’Huomo che nell’Horto hà la Salvia? Perché non è contro di morte scampo”.

Salvia Officinalis è un nome latino che potrebbe derivare da salvus, salvare, ma anche da salveo, stare in salute: entrambi nomi che sigillano la reputazione che la salvia ha avuto nei secoli.
I popoli antichi ritenevano la salvia officinalis, infatti, un’erba sacra per le proprietà medicinali miracolose, contro mali fisici e metafisici. Si racconta che gli olandesi scambiavano con i cinesi una balla di foglie di salvia contro tre balle del loro miglior tè.
Oggi la salvia Officinalis rimane sì una pianta importante soprattutto nella cucina mediterranea per il suo aroma e, considerando il leggero potere antimicotico, anche per conservare gli alimenti, ma ha certamente perduto l’importanza medicinale che possiede.
Una settimana prima del ciclo mestruale consiglio 1 tazza al giorni di infuso di salvia Officinalis, calmante dei sintomi pre-mestruali; ottima anche per infiammazioni del cavo faringeo, in quel caso faccio scaldare metà acqua e metà aceto di vino bianco con qualche foglia di salvia, poi faccio i gargarismi.

Con la salvia Officinalis che si trova nella mia aiuola delle aromatiche, quest’anno ho voluto fare anche un altro esperimento: un liquore molto leggero a base di salvia, un liquore profumato di aromi estivi tipici di questa splendida pianta.
Per sentire dentro di sé il sole anche in inverno, un bicchierino al giorno di questo elisir, anche aggiunto alla tisana del pomeriggio, è corroborante, caldo e accogliente.
liquori fatti in casa, liquore fatto in casa, salvia officinalis
Periodo consigliato per autoprodurlo: primavera – estate sono i momenti migliori, poiché il caldo e il sole estivo aumentano la concentrazione degli oli essenziali nelle erbe aromatiche; in genere, per chi possiede una pianta di salvia, questo elisir ricostituente si può fare tutto l’anno, le foglie di salvia avranno solo un aroma meno intenso.
Ingredienti per 1 litro
50 – 60 foglie di salvia, 500 ml di acqua vite, 200 gr di zucchero semi integrale di canna.
Preparazione
Spolverate bene le foglie di salvia da impurità ed eventuali insetti: riponete le foglie in un contenitore di 600-700 ml di capienza con il collo alto. Riempite il contenitore con l’acquavite e sigillare con tappo ermetico: le foglie di salvia che non saranno ricoperte con l’acquavite si ossideranno e il liquore prenderà una tipica colorazione marroncina.
Agitare bene il contenitore e lasciare in infusione per 30 giorni su un davanzale assolato (se preparerete l’elisir in autunno o inverno, posizionate comunque la bottiglia su un davanzale dove il sole batte nelle ore centrali della giornata).
Trascorsi i 30 giorni, la ricetta si completa con la preparazione dello sciroppo: cuocere a fuoco lento lo zucchero in 200 ml di acqua finché non si sarà completamente sciolto, quindi far raffreddare.
Filtrare l’infuso di salvia mediante un colino dentro una bacinella capiente, quindi unite lo sciroppo e amalgamate bene con un cucchiaio di legno. Imbottigliate in bottiglie previamente sterilizzate (20 minuti dall’ebollizione in un pentolone pieno di acqua) e decorate con una o due foglie di salvia imbevute di acqua vite. Si conserva per 12 mesi.

Liquori fatti in cada, liquore di salvia, salvia officinalis
Utilizzo e proprietà
Il liquore di salvia si può bere subito, appena imbottigliato: le proprietà della salvia, calmante, lenitiva, pianta amica delle donne per eccellenza (regolarizza il ciclo mestruale, aiuta in menopausa a calmare gli sbalzi legati alla temperatura corporea), espettorante, riduce la glicemia, e anche digestiva, fanno sì che questo elisir possa essere bevuto, in piccolissime quantità (1 cucchiaino da caffè al giorno), come ricostituente e corroborante, soprattutto nelle fredde giornate invernali.

Vi ricordo tra gli altri liquori da provare, anche quello all’erba Luigia e al Melograno. CIN! La Giulia Giulietta

 

Annunci

2 commenti

Lascia il tuo Pensiero

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...