Ciò che lascio, ciò che tengo e ciò che vorrò: buon 2014 a tutti!


anno nuovo

Anno nuovo, vita nuova.
Frase decisamente ad effetto, ma quante volte l’ho presa sinceramente sul serio?
Quante volte ho iniziato un nuovo anno come fosse il vecchio?

La fine di un anno è come la fine di un ciclo: la tensione verso termina e ti ritrovi alla tavola della vigilia di Natale per goderti il meritato riposo.
Ho in realtà compreso che quel bambino che nasce a Natale potrebbe proprio essere ognuno di noi, quella luce e consapevolezza interiore che si rinnovano nell’anno che sta per giungere.

Quest’anno, tra alti e bassi, sento di aver vissuto, di aver morso io la vita e non di essermi fatta sovrastare come è accaduto quasi sempre.
La notte tra il 31 e l’1 abbiamo acceso un falò nel barbecue del mio giardino: seduti in silenziosa concentrazione abbiamo scritto su un foglietto che cosa volevamo lasciare dell’anno trascorso. Quindi abbiamo, uno per uno, gettato nel fuoco ciò che non volevamo più facesse parte della nostra vita. È stato un momento importante e di valore.
Ma l’anno nuovo è fatto anche di cose che vuoi portare con te e progetti da realizzare: queste due componenti è bene comunicarle ad altre persone affinché divengano reali e non rimangano soltanto nella propria mente.

Per rendere reale quello che ho fatto il 31 sento il desiderio di comunicarlo anche qui: del vecchio anno lascio la paura e l’indecisione di perseguire i miei progetti, la tendenza a chiudermi alla vita e quella alla solitudine, lascio anche le comunicazioni interrotte che rovinano le relazioni con il prossimo; infine nel 2013 lascio le sigarette, ho smesso di fumare.
Di questo splendido anno davvero vissuto porto con me la crescita personale e in tal senso un grande grazie va a Davide Tamanini e Centro Studi Podresca, i quali hanno aperto la breccia della vita nella mia esistenza. Porto con me la gioia per il mio primo libro e per il secondo; porto con me la gioia dell’anima che mi ha visitata in aprile per andarsene quasi subito.
Infine, nel nuovo fulgido anno che ormai è già con noi voglio donarmi all’altro completamente, poiché è solo nell’altro che la vita si esprime. Voglio anche un figlio, a dire la verità non conosco modo migliore per darmi completamente all’altro individuo.

A voi che leggete chiedo di sostenermi in questi progetti e, soprattutto, vi invito a fare questa piccola lista che può sembrare banale, ma che ha il potere di rendere reale che ciò che in noi già esiste.
Sarò molto felice di ascoltare i vostri progetti, sappiate che io tengo per voi.

** Buon 2014 a tutti gli individui del Mondo. 

Annunci

4 commenti

  1. Buon anno cara. E speriamo di essere compagne di pancia! Sia che sia per il nostro bimbo, sia che sia per nuove idee, vite gioiose, giornate creative, dita immerse nel colore, foglie che parlano, fiori profumati, arcobaleni e danze…

Lascia il tuo Pensiero

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...