Kefir di latte di soia, come prepararlo in casa


Una cara amica mi ha donato metà dei suoi ‘kefirini di latte‘, ossia delle piccole colonie di fermenti che danno vita ad una bevanda mangereccia molto di moda.
Si chiama kefir ed esistono colonie sia per preparare una bevanda acquosa molto frizzante, che una bevanda corposa simile allo yogurt, a base di latte: in origine quest’ultima si prepara con latte vaccino, ma e’ possibile autoprodurre anche kefir a base di latte di soia.

Il kefir di latte, come scrivevo, e’ una bevanda simile allo yogurt, cremosa e leggermente frizzante: quest’ultima caratteristica e’ dovuta al processo di fermentazione dei piccoli kefirini, che si nutrono degli zuccheri contenuti nel latte (e che noi andremo ad implementare aggiungendo ogni volta dello zucchero di canna). Il kefir ha tantissime proprietà, quella principale e’ regolatrice dell’intestino: a questo link si possono leggere tutte le proprietà di questa straordinaria bevanda.
Su facebook esiste un bel gruppo, Kefir Italia, dove e’ possibile informarsi sul kefir e anche trovare un vicino ‘donatore’, poiché le colonie di kefir non si acquistano, ma vengono appunto donate da chi già le possiede. Questo perche’, con la naturale produzione di kefir, soprattutto se si utilizza latte vaccino, le colonie tendono a ingrandirsi di dimensioni e quantità.

Come si prepara il kefir
Vediamo adesso come preparare il kefir. Quella che mi e’ stata donata e’ una colonia di kefirini di latte di soia, quindi vi andrò a spiegare come prepararlo in casa: se preferite usare latte vaccino, il sistema di produzione di kefir non cambia, basta assicurarsi che le colonie donate siano state allevate con latte vaccino e non di soia. In caso contrario occorre fare il passaggio: a questo link troverete il procedimento per fare il passaggio da vaccino a soia.

Ingredienti
colonie di kefir (nel mio caso ne ho 1 cucchiaino)
250 ml di latte di soia o autoprodotto o acquistato (se lo acquistate, fate attenzione che non contenga niente altro che soia, acqua)
1 cucchiaino di zucchero di canna bio

Attrezzatura
2 vasetti di vetro con coperchio
1 bacinella
1 tovagliolo di tessuto
1 cucchiaino
1 colino

Partendo dalle colonie, mettere il cucchiaino di kefirini in un vasetto di vetro, aggiungere il cucchiaino di zucchero e il latte di soia, quest’ultimo anche direttamente dal frigo. Mescolare il tutto, coprire con un tappo SENZA AVVITARE (si può anche scegliere un canovaccio di tessuto tenuto da un elastico), riporre in frigo per un massimo di due giorni. Più lo teniamo a fermentare, più sarà frizzante: 24 ore sono il tempo ideale di fermentazione.

kefir di latte. kefr di soia, kefir
i kefirini insieme allo zucchero

kefir di latte. kefr di soia, kefir
i kefirini
Trascorse le ore di fermentazione, preparare la bacinella sulla quale fisserete il tovagliolo, quindi svuotare il kefir sul colino posto sopra la bacinella: iniziare a girare il kefir che colerà sul tovagliolo. Il primo a colare sarà il siero trasparente, che a sua volta convoglierà nella bacinella, mentre il kefir vero e proprio si fermerà sul tovagliolo. Nel colino, invece, rimarranno i vostri kefirini che rimetterete nel vasetto sciacquato, ripetendo da capo l’operazione e riponendo il tutto di nuovo a fermentare.
Il kefir che si e’ raccolto nel tovagliolo andrà trasferito in un vasetto, chiuso con un tappo o con un tovagliolo (io utilizzo tovagliolo) e riposto in frigo: esso continuerà a fermentare, diventando sempre più frizzante, motivo per cui si consiglia di gustarlo entro 3-4 giorni.

kefir di latte. kefr di soia, kefir
kefir nel tovagliolo

kefir di latte. kefr di soia, kefir
il kefir pronto
Il siero sarà prezioso da utilizzare per rinfrescare la pasta madre, da aggiungere ai vostri lievitati, poiche’ aiuta il processo di fermentazione.
Come gustare il kefir
Come dicevo, il kefir ha un gusto molto particolare. Se avete bambini piccoli, ma anche per noi grandi, sarà un’ottima merenda o colazione, aggiungendo della marmellata, del malto di nocciola, cereali, uvetta, datteri o frutta secca e fresca in genere. Il kefir si utilizza anche per la preparazione di altre ricette che riporterò via via.

Annunci

Lascia il tuo Pensiero

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...