Oleolito di lavanda, per mal di testa e punture di zanzara


Se anche tu hai una bella lavanda nel giardino ma proprio non sai cosa farne, qualora ti sia venuto questo dubbio!, ecco che oggi ti consiglio una ricetta davvero semplice che ti darà tanta soddisfazione, sia per i suoi tanti utilizzi, che per la facilità di realizzazione: sto parlando dell’oleolito di lavanda.

L’oleolito e’ un olio aromatizzato con erbe officinali, dalle quali estrae le proprietà benefiche e curative; per estrarne tutti i segreti, si utilizzano tre metodi, quello a freddo, a caldo o a luce diretta del sole (quest’ultimo viene però consigliato solo per poche piante, iperico, calendula e melissa).

RICETTA OLEOLITO DI LAVANDA Mettiamo in estrazione la lavanda nella proporzione del 20% rispetto all’olio scelto (riso, mandorle o extravergine di oliva): per 1 litro di olio raccogliamo 200 gr di fiori di lavanda.
I fiori di lavanda dovranno essere così trattati: lavarli e asciugarli con carta assorbente, metterli al sole a seccare, meglio se in mezz’ombra, quindi spezzettarli con le mani il più possibile.
Una volta effettuato questo trattamento, possiamo scegliere due strade, il metodo di estrazione a freddo o quello a caldo.
oleolito di lavanda - autoproduzione - fai da te - cosmesi
Metodo a freddo
Porre il trito di fiori di lavanda in un contenitore di vetro e ricoprire con l’olio prescelto, quindi riporre il contenitore in luogo caldo, ma al riparo dal sole, per 40 giorni.
Trascorso questo tempo filtrare, ponendo sul colino una garza e spremendola bene, affinché esca tutto l’olio imbevuto: filtrare nuovamente con una nuova garza tutto l’olio in modo da eliminare più residui possibile, quindi imbottigliare l’oleolito in una bottiglia scura, etichettare con nome e data di preparazione e riponete in un luogo buio e asciutto.

Metodo a caldo
Porre il trito di fiori di lavanda in un contenitore di vetro e ricoprire con l’olio prescelto, quindi riporre il contenitore aperto su un tegame pieno d’acqua e riscaldarlo a bagnomaria per 5 ore: l’acqua non deve entrare nel contenitore. Al termine, filtrare come descritto sopra, imbottigliare in un contenitore scuro, etichettare e conservare in luogo fresco e asciutto.

Utilizzi
L’oleolito di lavanda e’ perfetto in caso di scottature e infiammazioni della pelle; rimedio per il prurito da puntura di zanzara, decontrae i muscoli, ottimo per massaggi alle tempie in caso di mal di testa da stress e tensione nervosa; allevia dolori reumatici, utile per massaggi rilassanti prima di andare a dormire poiche’ stimola il sonno.

Annunci

Lascia il tuo Pensiero

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...